In questi ultimi anni, Huawei è riuscita a conquistare moltissimi utenti. Grazie ai suoi terminali, è riuscita a spodestare le solite Samsung ed Apple dal trono del miglior top di gamma dell’anno. A questo punto, in quel di Shenzen hanno deciso di lavorare ad un vero e proprio sistema operativo, che andrebbe a prendere il posto di Android.

Huawei: in arrivo Kirin OS

In realtà, esistono numerosi motivi che hanno portato i dirigenti Huawei a pensare di creare un sistema proprio operativo. In primis la tensione commerciale che, in questi giorni, sta aumentando tra USA e Cina. Poi, il messaggio di Trump che ha consigliato, ai paesi alleati, di non utilizzare apparecchiature del brand a causa di rischi relativi alla cyber-sicurezza.

A tal proposito, il sistema operativo prenderà il nome di Kirin OS. In particolare, non sappiamo come tutti i programmatori decideranno di intervenire. Anzi, non sappiamo se continuerà il supporto a determinate applicazioni.

Huawei: da smartphone anonimi, a sistema operativo proprietario

La velocità con la quale Huawei è passata da produttrice di smartphone “economica” a produttrice di top di gamma è stata molto elevata. Questo lo si nota negli ultimi smartphone prodotti. Il Mate 20 Pro, per esempio, possiede un comparto fotografico fuori dal comune, tanto da non poterlo confrontare con gli smartphone presenti sul mercato.

Kirin OS
Se i dirigenti della società cinese hanno deciso di puntare tutto sul nuovo sistema operativo, vuol dire che sono sicuri di non fallire. Anzi, vorrebbero creare un vero e proprio ecosistema simile a quello Apple. Non dimentichiamoci che hanno anche prodotto degli ottimi pc portatili.

Potrebbe interessarti: Apple: in arrivo gli AirPods intercambiabili

Riuscirà Huawei a creare un ecosistema degno di nota? Pur avendo i numeri a favore (crescita del +1.4% nel terzo semestre del 2018), riuscirà a non chiudersi in una vera e propria morsa? Avrà il supporto di tutti i programmatori e sviluppatori? Non ci resta che seguire la vicenda.