All’Università del Michigan è stato inventando il computer più piccolo del mondo. È più piccolo di un chicco di riso ed ha battuto lo scorso record stabilito da IBM. Le dimensioni di questo computer sono di 0,04 mm cubici e 0,3 per lato.

Università del Michigan: caratteristiche del micro-computer

IBM è stata spodestata dal record di computer più piccolo al mondo dalla suddetta università. Il record del Micro Note era stato instaurato nel 2014 ed è rimasto imbattuto per 4 anni.

Questo componente ha un architettura ARM Cortex MO+ che è basata su delle celle fotovoltaiche in grado di fornire alimentazione al micro-computer. Dotato anche di moduli wireless per fornire connettività al dispositivo.

Le dimensioni estremamente ridotte di questo dispositivo hanno reso molto difficile la progettazione. Ad esempio le schede wireless non hanno antenne ma sfruttano la luce per la trasmissione/ricezione dei dati.

Università del Michigan

La stessa luce del sole permette l’alimentazione permettendo al dispositivo di assumere dimensioni ancora più piccole è sopratutto non dipendere da una fonte di corrente tramite cavo.

Altra problematica che hanno dovuto risolvere gli scienziati è ridurre il rumore elettrico generato da ogni componente, data la bassa potenza della componentistica interna.

L’unico punto debole di questo micro-computer è la perdita dei dati allo spegnimento o quando manca la corrente.

Università del Michigan: usi di questo micro-computer

Questo computer più piccolo di chicco di riso ha degli usi molto particolari dato le sue dimensioni minuscole. Potrà essere impiegato come sensore di temperatura in ambienti estremamente piccoli.

Le applicazioni di questo dispositivo sono i più svariati: essendo il chip compatibile biologicamente potrà essere usato come rilevatore per alcuni tumori. O per valutare l’efficacia dei trattamenti contro il cancro.

Da diversi studi scientifici risulta che i tessuti tumorali hanno una diversa temperatura rispetto a quelli sani. Quindi questo mini-computer potrebbe rilevare quei tessuti con temperatura differente rispetto agli altri.

L’Università del Michigan ha rilasciato un comunicato stampa dove afferma che:

Abbiamo dovuto inventare nuovi modi per la progettazione dei circuiti. per renderli al tempo stesso a basso consumo ed in grado di tollerare la luce. il system packaging è trasparente.

Questo computer miniaturizzato è un ulteriore evoluzione tecnologica di questa tipologia di dispositivi adatti ad usi molto particolari. Questi dispositivi potrebbero dare una svolta nel trattamento delle patologie come il cancro e tumore, i mali peggiori del XXI secolo.