iOS 12 porta con sè tante novità tra cui l’estensione delle misure di sicurezza contro i dispositivi predisposti per effettuare attacchi brute force con la finalità di estrarre il PIN di sblocco.

iOS 12 USB Restricted Mode raggirata

Tale modalità è stata introdotta da Apple per impedire alle forze dell’ordine o eventuali malintenzionati di estrarre il PIN di sblocco di un dispositivo Apple mediante dispositivi pensati per il brutal froce.

La USB Restricted Mode è una modalità che rende inacessibile la porta Lightning di un eventuale dispositivo Apple qualora il dispositivo non venisse sbloccato da più di un’ora. La nuova funzione è disattivabile manualmente dall’utente nell impostazioni inoltre garantisce la ricarica del dispotivo stesso.

Potrebbe interessarti: iOS 12 presentato ufficialmente, ecco tutte le novità e non mancano le sorprese

Grayshift raggiara la USB Restricted Mode

Il team di sviluppo Grayshit, ha dichiarato ad un esperto della polizia scientifica, di aver già superato le difese introdotte nell’ultima beta di iOS 12. Inoltre Grayshift ammette di avere sviluppato strumenti che gli permetterebbero di restare sempre un passo in avanti rispetto ad Apple.

apple, ios 12, graykey

Sembra che l’inizio dell’anti USB Restricted Mode sia iniziato, a conferma di ciò arriva un vice presidente di Cellbrite. Il quale dichiara di aver ricevuto delle email presso la propria casella postale e la maggior parte di queste contenevano come oggetto USB Restricted Mode.

Ad ogni modo non bisogna preoccuparsi, anche perchè iOS 12 è ancora in beta. Prima di vedere la pubblicazione ufficiale bisognerà aspettare un bel po’, almeno settembre. Quasi sicuramente Apple metterà una pezza alla falla, che poi tale pezza verrà comunque raggirata è un altro discorso.