Iliad il nuovo operatore sbarcato in Italia chiede al ministro Salvini se le sue SimBox siano sicure per gli utenti. Dato che Tim avrebbe insinuato che questi apparecchi non abbiano una verifica immediata dei dati inseriti.

Iliad cosa sono le SimBox

Il nuovo operatore ha già rivoluzionato il mercato italiano. Ha anche introdotto una novità le SimBox apparecchi che permettono l’acquisto delle sue SIM.
In pratica sono delle macchinette che permettono di effettuare l’acquisto della SIM senza passare da qualunque persona. Ma soprattutto il rilascio è immediato così evitando anche le lunghe code nei negozi.

Permettendo così all’operatore di aprire meno punti vendita con un notevole risparmio di denaro per l’operatore.

Iliad per Tim le SimBox sono insicure

Proprio secondo uno dei nostri operatori nostrani questi apparati sarebbero poco sicuri. Dato che chiunque con un identità falsa potrebbero ottenere una SIM in poco tempo. Il motivo della contesta è che l’apparecchiatura atta alla vendita delle SIM non è abilitata ad effettuare controlli in tempo reale sull’identità dell’utente.

Tim si è rivolta direttamente al Ministro degli Interni Salvini chiedendo se l’operatore francese stia agendo secondo la legge (Pisanu). Proprio secondo questo testo di legge la vendita delle SIM può essere fatta soltanto tramite l’identificazione fisica dell’intestatario della scheda.

Iliad risposta ufficiale sulle SimBox

Intanto Iliad ha rilasciato un comunicato stampa dove spiega il funzionamento delle SimBox:

Le Simbox Iliad contemplano un processo di verifica tale da garantire il controllo efficace e completo dell’identità di ogni acquirente a cui viene rilasciata una SIM.

La fase di sottoscrizione dell’offerta e di richiesta della SIM iliad, prevede la raccolta di dati personali, documenti validi e la registrazione di un video dinamico per ogni singolo utente, che risultano pedissequamente verificati dagli operatori del Servizio Utenti iliad tramite un applicativo interno. Nei casi in cui i dati risultino errati, parziali o invalidi, nei casi in cui il documento di identità non risulti valido, sia danneggiato o di dubbia validità, quando inoltre, il video registrato pone dubbi sul riconoscimento di una persona, si procede al rigetto della richiesta.

L’attivazione della SIM viene effettuala da iliad solo in caso di conferma da parte dell’operatore del Servizio Utenti e successivamente a tale conferma. Questo processo è stato ideato e implementato per garantire la conformità con la normativa applicabile e la tutela della sicurezza delle comunicazioni elettroniche, e assicura un livello di controllo sulle identità degli utenti particolarmente elevato anche in considerazione della digitalizzazione della procedura.

Per adesso né il governo né il ministro Salvini hanno fornito delucidazioni in merito alla vicenda per Iliad potrebbe essere un problema se lo stato italiano vietasse le sue SimBox. Facendo anche cambiare la sua strategia di mercato.