Dopo la scandalo di Cambridge Analytica, Facebook ha iniziato ad aprire occhi ed orecchie nella speranza di non cadere più negli errori del passato.

Nelle ultime ore Facebook è infatti corsa ai ripari prendendo seri provvedimenti, dapprima informando l’opinione pubblica sulle sue strategie di difesa fino ad arrivare a combattere in prima linea lo spam e l’utenza che non rispetta le regole della piattaforma.

A dimostrazione della nuova strada di trasparenza intrapresa dal social network, è arrivato il nuovo Community Standards Enforcement Report, che riporta i numeri relativi alla battaglia contro spam, account fasulli, contenuti inappropriati ed altre violazioni. Sono numeri davvero importanti.

Nel corso del Q1 2018, sono ben 837 milioni i post di spam rilevati e rimossi da Facebook. Di questi, quasi il 100% è stato rilevato automaticamente prima ancora di una segnalazione da parte degli utenti, grazie ai potenti algoritmi messi a punto dall’azienda.

Nello stesso periodo il report evidenzia che sono stati disabilitati oltre 583 milioni di account fake, la maggior parte dei quali rimossi dopo pochi minuti dalla registrazione. Il traffico generato da questi account è circa il 3-4% dell’intero flusso dati di Facebook.

fake account facebook

La tecnologia di difesa di Facebook si basa sull’intelligenza artificiale e su altre sofisticate tecniche di prevenzione sia per rilevare i contenuti che per eliminarli in automatico, prima ancora che questi possano essere visti dagli utenti.

Lo scopo fondamentale di Facebook ora è arrivare prima delle varie segnalazioni degli utenti in modo da rassicurare gli investitori e tutelare gli utenti corretti. La paura è proprio quella di perdere non solo investitori ma anche utenti che potrebbero migrare su altri piattaforme andando ad utilizzare i servizi più sicuri offerti dalla concorrenza.

Vedremo se nel prossimo trimestre gli sforzi dell’azienda di Mark Zuckerberg porteranno più sicurezza sulla piattaforma che deve garantire una volta per tutte la creazione di una community trasparente e sicura.

Tecnologicamente attivo, "addicted" a tutto ciò che si illumina e che produce codice binario, amo cucinare, fotografare e naturalmente la tecnologia in tutte le sue forme.