A pochi giorni dal famoso carattere che blocca le applicazioni di messaggistica siamo a parlarvi oggi del messaggio WhatsApp regalo Adidas.

Non si tratta della solita bufala a questo giro la feccenda è molto più complessa e pericolosa di quanto possa sembrare. L’azienda, si legge nel messaggio, vi vuole regalare delle scarpe, 5000 paia in regalo per festeggiare l’anniversario numero 80 di Adidas.

Di solito chi festeggia un compleanno riceve regali e non li manda, da qui è abbastanza chiaro capire che in questo messaggio c’è qualcosa che non quadra già in partenza, ma cerchiamo di capire cosa di cela dietro a questa semplice frase.

Truffa WhatsApp, attenzione al messaggio Adidas

Il messaggio arriva anche questa volta su WhatsApp, l’applicazione più diffusa tra i social network, attenzione però, stavolta non si tratta di una semplice bufala. Il fatto che Adidas stia regalando le scarpe è chiaramente una fake news, ma il messaggio che arriva sulla chat è una vera e propria truffa.

Il sistema è molto semplice, anche questa volta il truffatore si serve di un link che rimanda ad un servizio esterno in grado di rubare i vostri dati, il link accompagna il messaggio del finto premio Adidas, quindi il truffatore una volta rubati i vostri dati, li rivenderà ai servizi di spammer online, quelli che si occupano di inviare le pubblicità nella vostra posta elettronica. Quando vi chiedete come fanno questi siti a conoscere il vostro indirizzo, ecco una delle possibili spiegazioni, ovvero quella di aver cliccato erroneamente su questi link.

Come difendersi dai messaggi truffa WhatsApp

Chiaramente se avete ricevuto l’ultimo messaggio Adidas su WhatsApp vi consigliamo di procedere con l’eliminazione diretta in modo da evitare di cliccarci sopra per sbaglio.

La precauzione generale è quella di non cedere alla tentazione di aprire il messaggio seguendo link esterni (questo vale per tutti i possibili messaggi ricevuti). Se qualcuno vi vuole regalare qualcosa di sicuro non lo fà online ma di persona. È sempre bene ricordare che i link nei messaggi di WhatsApp o su altre piattaforme social vanno aperti solo se si conosce il mittente. È anche giusto chiedere il perchè dell’invio di quel tipo di messaggio.

I truffatori a volte si impossessano della rubrica di una vittima e iniziano a mandare messaggi a tutti i contatti, quindi non è detto che il messaggio ruba dati possa provenire magari da vostra madre o dal vostro miglior amico di chat.

Occhi ben aperti dunque ragazzi perè il fenomeno del phishing è molto diffuso oggi giorno e sono molte le vittime di furti d’identità.

Tecnologicamente attivo, "addicted" a tutto ciò che si illumina e che produce codice binario, amo cucinare, fotografare e naturalmente la tecnologia in tutte le sue forme.