La società è in continuo movimento, gli eventi, positivi e negativi, vanno ad intaccare il mercato e le politiche di moltissime aziende andando così a far prendere a quest’ultime delle decisioni più o meno importanti. Le ultime di questo tipo sono inerenti al cambiamento dell’offerta delle Emoji nei principali strumenti di messaggistica dei vari marchi. Hanno iniziato qualche settimana fa Apple e Samsung, fino alla presa di decisione, avvenuta qualche giorno da fa, da parte di Google e Facebook.

Emoji “Politically correct”

Si era parlato qualche mese fa di una possibile introduzione di emoji inerenti raffigurazioni di persone disabili che, secondo le principali aziende, avrebbero potuto limitare la distanza che abbiamo tutt’oggi verso questi “problemi” e fare in modo che, quest’ultimi, venissero interpretati in maniera più “amichevole”.

Mentre questa conversione rimane ancora in cantiere, a variare ora sono state le icone raffiguranti le pistole che, da armi vere e proprie, sono diventate delle pistole ad acqua giocattolo. Questa decisione presa da Facebook e Google dovrebbe garantire un diverso approccio verso il tema delle armi che, come sappiamo, è molto caldo in alcuni paesi (soprattutto gli Stati Uniti) e far capire così che le aziende sono vicine ai temi odierni della società contemporanea.

Google è stata maggiormente colpita da questa faccenda poiché, essendo interessata ad accogliere sempre più pubblico a sé, ha dovuto adattarsi alle politiche di mercato apportate dalla concorrenza di Apple e Facebook per non rimanere indietro.

Il trend colpisce anche Microsoft!

Microsoft sembrava, qualche giorno fa, non interessata a seguire questo trend di cambiamento, però, dalle ultime news uscite sul profilo ufficiale Twitter della casa, l’azienda sarebbe al lavoro proprio sulle nuove emoji delle pistole ad acqua che dovrebbero uscire con la nuova versione di Windows 10.

Questa mossa dimostra che, se non si è attenti ed inclini al cambiamento, si può rischiare di essere tagliati fuori dal mercato.

 

 

 

 

 

 

 

 

Fonte Immagini: emojipedia.com