SmugMug acquista Flickr! Si apre così un altro tassello di una storia veramente strana per un social, legato al mondo della fotografia, che sembrava essere riuscito a farsi riconoscere all’intero del panorama mondiale come un programma interessante e proficuo. Come sappiamo però non è stato così, Flickr è passata, in pochissimo tempo, dalle mani di più acquirenti: prima Yahoo nel 2005 e successivamente a Verizon qualche anno fa. Ora tocca a SmugMug, servizio professionale di hosting delle foto, a far risalire un social che meriterebbe di più.

SmugMug e Flickr finalmente insieme!

Se si visitano le rispettive pagine di Flickr e SmugMug appare in prima pagina il nuovo motto delle due case: “SmugMug e Flickr finalmente insieme”. Questo ci fa comprendere il come, il nuovo acquirente, sia ben disposto a risollevare il social andando a sfruttare anche delle risorse provenienti da altre su aziende.

La strada che si pone davanti a SmugMug è molto proficua ma difficile, Flickr è un social tutt’oggi molto utilizzato e per questo motivo è importante che, il sito di hosting, si prepari a costruire un progetto serio e a lungo termine affinché permetta, al social network, di poter proporre delle importanti novità con anche un miglioramento delle prestazioni.

Flickr: cosa offre e cosa offrirà in futuro

Flickr è un programma che è riuscito fin da subito a differenziarsi dagli altri per la sua proposta legata alla costruzione di gruppi, sezioni fotografiche, gallerie, ecc.. Al centro del progetto del noto social c’era l’idea di collegare e far conoscere una larga fetta di professionisti, e non, affinché si creasse fra di loro uno scambio di informazioni e si potesse anche puntare alla collaborazione.

Ovviamente queste caratteristiche non cambieranno, a variare saranno invece le prestazioni del social (che tutt’oggi fanno storcere il naso) e l’aggiunta di nuove funzioni e sezioni.  Si spera che SmugMug si concentri veramente su Flickr e che lo faccia con le giuste intenzioni.