Nikon ha registrato recentemente un nuovo brevetto che riporta la creazione di un sistema di stabilizzazione interno alla macchina fotografica. Come sappiamo, le principali Reflex della casa produttrice sono sprovviste di questa caratteristica ormai diventata un must per moltissimi clienti alla ricerca di un prodotto sempre più completo.

Mirrorless Nikon stabilizzate?

Da questi nuovi brevetti si sono succeduti subito dopo dei rumors inerenti al fatto che potremmo trovare il nuovo sistema di stabilizzazione all’interno delle prossime Mirrorless Fullframe, e non, della casa giapponese.

Il nuovo sistema è stato studiato per poter funzionare all’interno di corpi macchina compatti e leggeri con delle prestazioni di stabilizzazione superiori alla concorrenza. Attraverso una costruzione particolare dell’apparato, il sistema, riesce in pochissimo tempo ad entrare in funzione, limitando anche di moltissimo il rumore emesso durante la fase d’azione.

Nikon definisce il suo sistema “smart” poiché a differenza degli altri sistemi implementati dalla concorrenza, questo riesce a sfruttare più che il sensore, il movimento dei pixel su quattro assi. Questo permetterebbe una maggiore affidabilità, oltre che dei vantaggi legati alle dimensioni e alle prestazioni di tutto l’apparato.

Lo studio e la determinazione dimostrata da Nikon in questi mesi ben rappresenta la voglia da parte della casa produttrice di reinserirsi nel mercato nel migliore dei modi grazia anche al supporto sempre più alto dei propri clienti.