Telegram oltre ad essere una buona e valida app di messaggistica è famosa sopratutto perchè a differenza di Whatsapp gli utenti si sentono più sicuri e meno spiati. Ultimamente la famosa app di messaggistica si trova al centro di uno discussione molto fondamentale nella quale emerge come punto focale, la sicurezza contro la pirateria.

La sicurezza di Telegram aumenta la pirateria

Come ben sappiamo Telegram non controlla i dati dei propri utenti e tanto meno ne controlla poi così tanti, questo ha fatto si che le autorità russe bandissero l’app di messaggistica nel proprio paese. Il motivo di tale misura drastica sembra essere la mancaza di impegno da parte di Telegram nell’evitare la diffusione di contenuti illeciti presso i proprio canali.

Il capanello d’allarme arriva dal report di The Outline che ha contatto diversi amministratori di gruppi e canali Telegram, i quali hanno confermato che i file caricati dagli utenti non sono controllati o per lo meno hanno un controllo troppo basso. Il report specializzato ha ragione, è molto facile trovare contenuti pirata su Telegram, sopratutto grazie alla funzione cerca alla quale non viene applicata nessun filtro anti-pirateria o per lo meno un filtro di controllo.

Musica e film gratis su Telegram

Ciò che spinge molto la pirateria sulla famosa app di messaggistica oltre che al mancato controllo, è la possibilità di caricare file sino a 1,5 GB, quindi la diffusione di musica e film di bassa-medio qualità è praticamente facilitata. Telegram è pieno zeppo di canali di musica e film piratati, con la possibilità di scaricarli in modo illegale, ci sono canali con diversi terabyte di materiale illecito. Non invitiamo nessuno a scaricare contenuti del genere su tali canali perchè è illegale ma sopratutto perchè potreste solo mettere al repentaglio la vostra privacy scaricando un virus.

Telegram non tollera nessuna forma di pirateria e non ne giustifica l’atto come giusto che sia, ma fin’ora tutti gli interventi fatti non sono stati sufficienti nel limitare tale pratica se pur antica, molto diffusa.  Secondo i responsabili il team sta lavorando molto e a breve verranno introdotti nuovi strumenti di controllo per diminuire la diffusione di contenuti illeciti tramite la loro app di messaggistica.

La lotta alla pirateria è una battaglia senza fine. il coraggioso gesto di Spotify nel bannare tutti gli utenti che usassero la versione craccata del proprio servizio, è stato reso invano in poche settimane infatti è appena apparso online un nuovo Crack per Spotify.