Sarà capitato a tutti di notare che il proprio smartphone perdesse lentamente colpi. Molto spesso ci troviamo in una situazione dove lo smartphone necessita di un Soft Reset per potersi accendere, che va quasi sempre seguito da un ripristino di fabbrica o un hard reset.

Come velocizzare il proprio smartphone

La prima operazione da fare prima di decidere di fare un ripristino di fabbrica o un hard reset, è sicuramente l’aggiornamento del sistema. Assicuratevi che la vostra versione di Android sia aggiornata, e che le patch di sicurezza siano quelle giuste.

La seconda cosa da fare prima di fare un ripristino di fabbrica o un hard reset, è quella di  eliminare qualche file di troppo. Poi si procede tramite software gratuiti per pulizia smartphone Android, ad eliminare file temporanei e obsoleti.

Non sempre questi passaggi portano a un notevole miglioramento. Molto spesso non si nota nessuna miglioria nell’uso quotidiano dello smartphone. Ed è proprio in questo caso che possiamo optare e quindi fare un ripristino di fabbrica o un hard reset.

Se invece possedete un dispotivo Apple, potete sia scaricare app per pulire qualsiasi iPhone o iPad, oppure eseguire delle semplici operazioni per pulire qualsiasi dispositivo iOS senza app.

Come fare un ripristino di fabbrica allo smartphone

Ci netiamo a precisare che noi di Weareleaks non siamo responsabili di eventuali danni o di problemi di nessun genere. Nonostante fare un ripristino di fabbrica o un hard reset sono considerate delle operazioni molto semplici e comuni.

Essenzialmente, effettuare un ripristino di fabbrica, vuol dire cancellare tutto ciò che è presente nel nostro smartphone. Dopo tale azione, avremo lo smartphone come se fosse uscito di fabbrica, troveremo solo le applicazioni preinstallate dal produttore.

Per effettuare il ripristino di fabbrica, dobbiamo recarci nelle impostazioni e cliccare sulla voce Backup e ripristino. Una volta entrati in questa schermata, basterà cliccare su Ripristino dati di Fabbrica.

ripristino di fabbrica o un hard reset

In quel momento ci verrà consigliato di effettuare un Backup dei dati e ci consiglierà di espellere la memoria micro SD e la scheda SIM. Molto spesso si ha la possibilità di decidere di effettuare il ripristino di fabbrica senza intaccare quelle due memorie.

Una fatto il ripristino di fabbrica, basta attendere qualche minuto ed apparirà la schermata di benvenuto dello smartphone. Ovvero la classica schermata che appare quando eseguiamo la prima accendiamo dello smartphone.

Come fare un hard reset allo smartphone

Ci sono casi in cui si è impossibilitati nell’eseguire un ripristino di fabbrica. In questo caso non si riesce a raggiungere le impostazioni per poter avviare il ripristino di fabbrica e nel peggiori dei casi non riusciamo ad accendere proprio lo smartphone.

In questo caso possiamo optare per un hard reset. A differenza del metodo precedente, per effettuare questo tipo di rispristino bisogna effettuare una combinazione di tasti. Assicuratevi sempre di aver effettuato un Backup dei vostri dati qual’ora fosse possibile.

Ogni smartphone ha una propria combinazione di tasti. Le combinazioni più diffuse sono tasto di accensione, tasto volume giù e tasto home. Oppure tasto di accensione, tasto volume giù e volume su. Infine tasto di accensione, tasto volume su e tasto home.

ripristino di fabbrica o un hard reset

Una volta eseguita la combinazione di tasti, entreremo nella così detta modalità Recovery. Tra tutte le voci che troveremo, basta selezionare Wipe, la quale effettuerà un hard reset automatico e riavvierà lo smartphone.