Come eliminare i lag fastidiosi che rallentano lo Smartphone?

Dopo qualche anno dall’acquisto di un nuovo terminale, incominciamo a notare dei rallentamenti del sistema operativo del nostro smartphone. Si potrebbe pensare che la memoria sia molto intasata e questo ne causi rallentamenti e lag fastidiosi.

Oltre ad eliminare qualche file di troppo, si cerca di aggiornarlo all’ultima versione software: non sempre questi metodi funzionano, anzi, in molti casi, i lag aumentano.

Ovviamente ci sono dei metodi alternativi che, quasi sicuramente, andranno a rendere il nostro smartphone veloce e reattivo come la prima volta che l’abbiamo usato: stiamo parlando del ripristino di fabbrica e dell’hard reset.

Noi di We are leaks non siamo responsabili di eventuali danni o di problemi di nessun genere (Comunque sono delle operazioni molto semplici, non ci dovrebbero essere dei problemi).

Il ripristino dati di fabbrica

Essenzialmente, effettuare un ripristino di fabbrica, vuol dire cancellare tutto ciò che è presente nel nostro smartphone: dopo tale azione, avremo lo smartphone come nuovo e troveremo solo le applicazioni preinstallate dal produttore. (Quindi verranno eliminati tutti i dati, compresi i numeri di telefono salvati sullo smartphone)

Per effettuare il ripristino di fabbrica, dobbiamo recarci nelle impostazioni e cliccare sulla voce Backup e ripristino. Una volta entrati in questa schermata, basterà cliccare su Ripristino dati di Fabbrica.

In quel momento ci verrà consigliato di effettuare un Backup dei dati e ci consiglierà di espellere la memoria micro SD e la scheda SIM (in alcuni casi, attraverso delle spunte, possiamo decidere di effettuare il reset senza intaccare quelle due memorie).

Una volta effettuata quest’operazione, basta attendere qualche minuto ed apparirà la schermata di benvenuto dello smartphone (la schermata che appare appena effettuiamo la prima accensione).

L’hard reset

Se, a causa di problemi maggiori, non riusciamo a raggiungere il menù delle impostazioni ed a svolgere la procedura sopraindicata, è possibile effettuare un altro tipo di ripristino: l’hard reset.

A differenza del metodo precedente, per effettuare questo tipo di rispristino bisogna effettuare una combinazione di tasti. Ovviamente, anche in questo caso è consigliabile effettuare un backup prima di procedere per il reset.

Nella maggior parte dei casi, la combinazione da effettuare sarà premere contemporaneamente il tasto di accensione, il tasto per aumentare il volume ed il tasto home. (vedremo in un altro articolo come questa sequenza cambi a seconda dello smartphone che possediamo). Una volta eseguita questa operazione, entreremo nella così detta modalità Recovery. Tra tutte le voci che troveremo, basta selezionare Wipe, la quale effettuerà un reset automatico e riavvierà lo smartphone.

Come nel metodo precedente, anche in questo caso abbiamo la possibilità di selezionare l’opzione di non reset dei dati presenti nella memoria micro SD.

Non vi resta che effettuare il reset (di fabbrica o hard che sia) e godervi il vostro “nuovo” terminale.

Sono un ragazzo di 21 anni che ha una passione smisurata per tutto ciò che possiede uno schermetto. Amante della tecnologia per passione, #Android addicted per scelta